Le celebrazioni per ricordare i 750 anni dalla Battaglia di Benevento


Il 26 febbraio del 1266, a Benevento avveniva lo scontro finale tra Carlo d’Angiò e Manfredi di Svevia. Questa celebre battaglia, nella quale perì lo svevo, segnò i destini dell’Italia per i secoli a venire. Da una potenziale unificazione della penisola, si passò, con il dominio angioino sull’Italia meridionale, a una situazione di separazione tra nord e sud che verrà superata solo sei secoli dopo, nel 1860.
Nel 2016 sono esattamente 750 anni da quella battaglia e tale ricorrenza appare un’occasione preziosa per una riflessione di ampia portata sull’intera storia italiana, e non solo su un singolo avvenimento di storia medievale.
Benevento è il luogo naturale per organizzare una serie di eventi che ricordino il significato storico di quello scontro bellico. Da questa considerazione, alcune associazioni che operano in città in ambito culturale: Isidea, Società Dante Alighieri, Società Storica del Sannio e Verehia, hanno deciso di costituirsi in rete, con il coordinamento di Francesco Morante e Rito Martignetti, per l’organizzazione di una serie di eventi che portino, all’attenzione sia locale sia nazionale, il ricordo e il significato storico della Battaglia di Benevento del 1266.
Si prevede di dedicare più appuntamenti a questa celebrazione, a partire dal 26 febbraio 2016, con iniziative che spazino dal campo degli studi storici, a quelli dell’arte, del teatro, della musica e anche del turismo. Entro il mese di dicembre sarà tenuta una conferenza stampa per comunicare il calendario delle iniziative alle quali si sta già da ora lavorando, e delle collaborazioni in essere con studiosi e ricercatori, nonché con enti istituzionali sia locali sia nazionali.
A breve sarà anche disponibile un sito internet sul portale Verehia.it, per le comunicazioni e l’aggiornamento sullo stato dei lavori.